fanat-auto.ru

Originale Tutte le pagine RCC

Alluce rigido bilaterale

Negli anni precedenti mi dava fastidi solo il giorno dopo qualche gara tirata, da febbraio scorso invece sempre: anche durante la corsa che è diventata assai meno piacevole.Dopo mesi di sofferenza nella corsa (e anche nel camminare con scarpe a suola rigida) e dopo aver cercato di capire la natura del problema che mi dava l'articolazione dell'alluce destro, sono arrivato finalmente all'individuazione della patologia: per molto tempo avevo pensato si trattasse di alluce valgo ed invece la causa è il cosiddetto alluce rigido.Dopo anni di ultrasuoni, laser , manipolazioni dal fisioterapista ecc ecc mi sono fatto operare(osteotomia decompressiva) ,la convalescenza dura circa un mese (stampelle e uso di una scarpa apposta non ricordo il nome) la riabilitazione (che inizia subito dopo l'intervento) dura un pò di più circa 2 mesi in giro di 4 mesi sono tornato a correre.L'alluce rigido è una patologia degenerativa della prima articolazione metatarsofalangea caratterizzata dalla progressiva perdita della motilità articolare dell'alluce.Nel frattempo continuo a corricchiare sopportando il dolore e sperando che l'operazione mi restituisca un appoggio indolore e la possibilità di riprendere a correre come facevo una volta.I segni radiografici sono quelli tipici dell'artrosi.Generalmente il trattamento conserrvativo prevede modifiche della calzatura o l'utilizzo di ortesi (plantari) personalizzate per permettere lo svolgimento del passo. La scelta chirurgica deve mirare alla restituzione della flesso estensione dell'alluce per rendere il più possibile fisiologico lo svolgimento del passo.A crearlo sarebbe stato un trauma di cui non ho nessun ricordo e che probabilmente è avvenuto un sacco di tempo fa.Entrambe le soluzioni consentono il recupero del movimento dell'alluce in assenza di dolore.Il quadro clinico si caratterizza per la comparsa di una tumefazione dolente che, a differenza dell'alluce valgo, si sviluppa dorsalmente all'articolazione.Nei casi meno gravi (I-II grado) si utilizzano tecniche chirurgiche come ad esempio le osteotomie metatarsali, in grado di rimuovere parti ossee esuberanti, nei casi più gravi è necessario ricreare una nuova articolazione (artroplastica) o sostituirla con una protesi.

Ne è venuto fuori che l'unica terapia possibile è la chirurgia con l'asportazione della parte ossea eccedente e l'ho programmata tra 6 mesi (prima non c'era posto ).Il trattamento conservativo va riservato ai casi iniziali oppure a quei casi in cui le condizioni generali di salute siano tali da controindicare qualsiasi tipo di intervento chirurgico.Grazie a tutti per l'attenzione Ciao posso darmi la mia esperienza diretta ho 36 anni e due anni fa sono stato operato per alluce rigido al piede destro.La riduzione della motilità dell'alluce si traduce, in particolar modo, nella riduzione della sua flessione dorsale con conseguenze più o meno gravi sul ciclo del passo e quindi sulla deambulazione.Ho aperto questo 3D perchè chi eventualmente avesse un problema che assomiglia al mio possa verificare se vi si riconosce e/o chi avesse attraversato l'intero processo terapeutico verso cui mi sono avviato possa scrivere della propria esperienza e dar consigli.

In tema di:


сустава опухоль руки пальца