fanat-auto.ru

Originale Tutte le pagine RCC

Artrite reumatoide e globuli bianchi bassi 4.2

Benché la prevalenza dell’Artrite Reumatoide sia nettamente inferiore a quella di altre condizioni, quali l’artrosi, la frequente gravità del quadro clinico e l’elevato potenziale invalidante ne fanno una malattia dall’impatto socio-economico rilevante in termini di costi, disabilità e perdita di produttività. 6 La malattia è più frequente nelle donne, con un rapporto maschi/femmine di morbilità’ di 1 a 3-4.La distribuzione della malattia è abbastanza uniforme in tutto il mondo e sembra non risentire di fattori meteorologici, geografici e neppure di fattori socioeconomici.Attualmente, le ipotesi eziopatogenetiche di maggior credito sostengono che la malattia possa manifestarsi in individui geneticamente predisposti qualora vengano esposti all’azione di un evento o di un antigene scatenante (non ancora individuato).Si verifica inoltre una tendenza all’espansione dei processi disimmmunitari nei pazienti reumatoidi di vecchia data, nei quali è frequente la comparsa di auto-anticorpi diretti contro svariati antigeni (antigeni nucleari, collageno, proteoglicani, ecc.).L’Artrite Reumatoide è una connettivite sistemica a elettiva localizzazione articolare, con carattere erosivo, deformante e talora anchilosante, ad andamento cronico e progressivo, contraddistinta dalla presenza, in una grande percentuale di casi, di auto-anticorpi anti-immunoglobuline di classe Ig G (fattori reumatoidi). 2) articolazioni, ad andamento persistente (cronica), senza causa nota (primaria).Si è valutato che in Italia colpisce circa lo 0,5 per cento della popolazione generale (0,6 per cento delle donne e 0,25 per cento degli uomini).Tuttavia questa differenza tra i due sessi si riduce quando la malattia compare nell’età avanzata. 7 L’Artrite Reumatoide non è una malattia ereditaria, tuttavia pur non essendo dimostrata un’ereditarietà diretta, è stata constatata una certa tendenza all’aggregazione familiare, con una maggior frequenza della malattia nei parenti di primo grado e soprattutto nei gemelli monozigoti (identici) dei pazienti. 8 L’Artrite Reumatoide è una malattia la cui eziopatogenesi, da considerarsi multifattoriale, non è ancora del tutto nota.Questi fattori reumatoidi, reagendo con le immunoglobuline di classe Ig G sintetizzate in situ, portano alla formazione di immuno-complessi che attivano il sistema del complemento (gruppo di proteine circolanti spiccatamente reattive) con conseguente liberazione di sostanze che richiamano selezionate popolazioni di cellule circolanti, che si accumulano nella membrana e nel liquido sinoviale.Un altro termine, più popolare, è quello di Artrite Deformante, che sottolinea una delle caratteristiche della malattia, cioè di poter determinare deformazioni, soprattutto alle mani e ai piedi. 4 L’artrite è una malattia di natura infiammatoria, mentre l’artrosi è di natura, almeno inizialmente, degenerativa.Il panno reumatoide è il tessuto patologico che invade la cartilagine articolare, anch’essa tessuto sprovvisto di vasi.La proliferazione del “panno reumatoide” e l’attivazione degli osteoclasti (le cellule deputate al riassorbimento delle trabecole ossee), dovute a liberazione di citochine in conseguenza del processo infiammatorio locale, sono responsabili dei fenomeni erosivi a carico dei capi ossei e dei tendini. 11 Propriamente il panno è un tessuto patologico vascolarizzato che invade un tessuto privo di vasi: ad esempio, il panno tracomatoso, che è responsabile della cecità nella malattia oculare chiamata tracoma, è un tessuto infiammatorio che invade la cornea, tessuto normalmente sprovvisto di circolazione.La cartilagine nelle fasi avanzate presenta estese perdite di sostanza, che determinano un assottigliamento dello spazio articolare riscontrabile radiologicamente (rima articolare), mentre la cavità articolare è il più delle volte occupata da un versamento, avente le caratteristiche di un liquido infiammatorio.

In tema di:


сустава опухоль руки пальца