fanat-auto.ru

Originale Tutte le pagine RCC

Dieta proteica definizione muscolare zoologia

I segni clinici risultano rapidamente progressivi e potenzialmente fatali se non trattati.L'ipocalcemia puerperale nella cagna ( e nella gatta ) invece, si verifica pi frequentemente nel post-partum ed i segni clinici sono la diretta espressione della ipocalcemia che alterando i potenziali elettrici delle membrane cellulari provoca una spontanea depolarizzazione delle fibre nervose ed esita in contrazioni tonico-cloniche dei muscoli scheletrici.Nei cani sani il 50% del calcio legato alle proteine, mentre la rimanente frazione ionizzata rimarr libera e biologicamente attiva; qualsiasi fattore in grado di alterare la frazione legata di calcio sierico quale ad esempio l'alcalosi sistemica, secondaria all'iperventilazione da distocia, pu favorire l'insorgenza di manifestazioni tetaniche.Diagnosi Il sospetto di ipocalcemia puerperale viene emesso in presenza di una cagna puerpera sottoposta ad una intensa lattazione, che manifesti i segni clinici suddetti.L'espulsione del feto con il parto il "trattamento" definitivo dell'eclampsia in umana.Segni clinici La cagna appare inizialmente inquieta, molto nervosa, ansima ed uggiola, la respirazione affannosa, presenta tremori muscolari, fascicolazioni, andatura rigida ed atassia locomotoria.Avvelenamenti: differenziabili dall' ipocalcemia in base al segnalamento ed ai dati anamnestici. Trattamento Il trattamento di emergenza impone l'immediato ricovero della cagna in una struttura veterinaria in cui verr effettuata la terapia endovenosa d'emergenza e successivo monitoraggio da parte del personale specializzato.La temperatura rettale aumenta, cos pure la frequenza cardiaca e respiratoria, soprattutto durante le convulsioni.E' opportuno sottrarre i cuccioli alla madre per le 24 ore successive e naturalmente, provvedere al loro allattamento artificiale.( tetania, eclampsia ) Definizione Con questi termini indichiamo una forma di ipocalcemia acuta, pericolosa per la sopravvivenza dell'animale, che si verifica di solito nel periodo post-partum ( per questo la patologia rientra nel gruppo dei "disturbi del puerperio"), di solito da una a tre settimane dopo la nascita dei cuccioli, ma occasionalmente pu presentarsi al termine della gravidanza, prima del parto o nell'ultima fase dell'allattamento.Segnalamento Cagna che ha partorito da poco (pi raro nella gatta); maggiore predisposizione delle razze toy; maggiore incidenza al primo parto.

In umana, questo disturbo indicato con il termine di "eclampsia", ma la condizione con questo nome osservata nella donna non identica alla ipocalcemia puerperale degli animali, anche se entrambe le affezioni sono caratterizzate da convulsioni.La conferma diagnostica "potremmo" averla dal dosaggio della calcemia che normalmente nella cagna di 7 mg\dl, in questo caso sar decisamente inferiore.La causa della preeclampsia non ben nota, ma qualche fattore legato alla gravidanza provoca ischemia glomerulare che a sua volta causa gli altri segni clinici.L'origine dell'ipocalcemia puerperale di solito resta indeterminata ma trattandosi di una patologia multifattoriale, pu includere cause predisponenti e determinanti quali ad esempio la perdita di calcio dovuta al passaggio di questo elemento allo scheletro fetale e al latte (soprattutto in cucciolate numerose); diete povere di calcio nella seconda met della gravidanza; atrofia delle ghiandole paratiroidi causata da diete o integrazioni alimentari improprie.Le manifestazioni iniziali si trasformano rapidamente in contrazioni tonico-cloniche, convulsioni, tetania ed opistotono.

In tema di:


сустава опухоль руки пальца