fanat-auto.ru

Originale Tutte le pagine RCC

Emorroidi e perdita di peso cause

Vi sono, poi, alcune patologie, come alcune malattie epatiche quali la cirrosi, che si associano alla comparsa delle emorroidi in conseguenza dell’ ipertensione portale.Le emorroidi sono un problema tanto fastidioso quanto diffuso: si stima che, ne soffra almeno il 50% delle persone in età adulta, più frequentemente tra i 45 ed i 65 anni, con una simile distribuzione tra popolazione maschile e femminile.Nelle donne esiste un picco d'incidenza legato alla gravidanza: durante questo delicato periodo, infatti, diversi fattori possono influenzare la comparsa o l'aggravamento di questa patologia (in particolare le alterazioni ormonali, l'effetto meccanico dovuto all'ingombro del feto che cresce, l'aumento della pressione intraddominale durante il parto).A seconda della loro localizzazione, possiamo classificare le emorroidi in interne ed esterne.Durante il passaggio delle feci, si possono avvertire anche bruciore, un intenso prurito e disagio nello stare seduti.Quando le emorroidi sono giunte all'ultimo stadio e sono, dunque, definitivamente prolassate, possono sorgere piu’ comunemente complicanze, come la formazione di coaguli di sangue al loro interno: si parla, in questo caso, di trombosi emorroidaria, che può portare anche alla rottura del gavocciolo emorroidario interessato, causando un sanguinamento significativo.Quanto ai sintomi, il più frequente e facilmente individuabile - sia in caso di emorroidi esterne che interne - è il sanguinamento, caratterizzato da perdite ematiche di colore rosso vivo, che in genere si presentano dopo un'evacuazione e sono visibili nelle feci, sulla carta igienica o, finanche, sugli indumenti.Sono piuttosto comuni le cosiddette emorroidi post partum, che compaiono a seguito di spinte particolarmente intense durante il parto naturale; si tratta di un fenomeno meccanico, tecnicamente piu' un prolasso che vere e proprie emorroidi, che nella quasi totalità dei casi regredisce spontaneamente entro qualche mese.Altro esame, da alcuni utilizzato a completamento, è la videoproctoscopia digitale che tuttavia non appare fornire informazioni significativamente piu’ adeguate rispetto ad una proctoscopia tradizionale.Anche quando la malattia era prima asintomatica può esordire con una complicanza ovvero la trombosi e manifestarsi con la comparsa di rigonfiamenti duri e dolorosi.

Nelle donne esiste un picco d'incidenza legato alla gravidanza: durante questo delicato periodo, infatti, diversi fattori possono influenzare la comparsa o l'aggravamento di questa patologia... Le emorroidi sono un problema tanto fastidioso quanto diffuso: si stima che, in modo piu' o meno sintomatico ne soffra almeno il 50% delle persone in età adulta, più frequentemente tra i 45 ed i 65 anni, con una simile distribuzione tra popolazione maschile e femminile.In presenza di una patologia cronica e di sanguinamenti importanti, poi, potrebbe intervenire un’anemia classificabile come sideropenica microcitica, vale a dire da una carenza di ferro (sideremia), con globuli rossi più piccoli del normale.Una volta effettuata una corretta diagnosi, la malattia emorroidaria va trattata in primo luogo correggendo lo stile di vita se scorretto e, quando indicato, associando all'adozione di abitudini alimentari più sane un trattamento farmacologico.Un ruolo fondamentale nell'insorgenza di questo disturbo e' sicuramente ricoperto dalla stipsi o dalla diarrea cronica, che sono annoverabili tra i fattori di rischio più significativi, a causa della prolungata stimolazione ed irritazione sul perineo che esse comportano.Quando si manifestano i primi sintomi, è importante recarsi immediatamente dal medico - possibilmente da uno specialista proctologo che potrà confermare la diagnosi ed escludere la presenza di malattie diverse.

In tema di:


сустава опухоль руки пальца